Artisti » Trento Longaretti
 
indietro
Trento Longaretti
Biografia

Trento Longaretti

Trento Longaretti è nato a Treviglio (Bergamo) nel 1916. Si è diplomato al Liceo Artistico di Brera a Milano e in seguito si è iscritto alla Facoltà di Architettura del Politecnico e all'Accademia di Brera scegliendo poi quest'ultima. A Brera è stato allievo di Aldo Carpi che fu per Longaretti “maestro di vita ancor prima che di pittura”. Nel suo Corso vi sono anche Cassinari, Bergolli, Morlotti, Dobrzansky, Valenti e Kodra. Gli anni dell'Accademia sono ricordati come anni d'intenso lavoro e di fondamentale maturazione.
Nel '36 inizia la carriera espositiva partecipando ai "Littoriali dell'Arte" e a numerose collettive a Milano, Genova, Bergamo. Nel '39, anno del diploma a Brera, si aggiudica il Premio Mylius e il Premio Stanga.
Sono di quegli anni le frequentazioni dell'ambito di "Corrente", dove entra in contatto con Guttuso, Treccani, Birolli, Sassu, Vedova, ma anche gli anni della guerra passati tra Slovenia, Sicilia e Albania.
Nel '42 espone alla Biennale di Venezia, dove vi ritornerà nel '48, nel '50 e nel '56, e partecipa alla Mostra degli artisti in armi al Palazzo delle Esposizioni a Roma. La prima personale è dell'anno seguente alla “Galleria La Rotonda” di Bergamo, con presentazione di Raffaello Giolli.
Dal '45 si dedica all'insegnamento e alla realizzazione di opere sacre. Nel '52 è invitato alla Quadriennale Nazionale di Roma, mentre l'anno seguente vince il concorso nazionale per la direzione dell'Accademia Carrara di Bergamo nonché la Cattedra di Pittura divenendo il successore di Achille Funi.
Per venticinque anni dirige l'Accademia e nel 1978 lascia spontaneamente l'incarico.
Intensissima l'attività espositiva che lo vede allestire importanti personali e collettive in Italia e all'estero.
Nel 1999 la Casa del Mantegna di Mantova gli ha dedicato una fondamentale Antologica. Lo stesso anno ha avuto l'onore di esporre a Ginevra nel Palazzo delle Nazioni Unite La pauvrétè dans le monde. Nella primavera del 2002 un'importante antologica presso la Società Promotrice delle Belle Arti di Torino ha celebrato Una vita per la pittura mettendo in mostra dipinti realizzati tra il 1930 e il 2002, mentre nello stesso anno è stata realizzata un'importante antologica alla Villa Reale di Monza.
Nel 2003 sue mostre sono state allestite a Palazzo Veneziano (Malboghetto–Udine) in occasione delle Universiadi 2003; presso il Museo Civico di Treviglio, sua città natale, e presso il Magazzino del Sale a Venezia.
Il 2004 l'ha visto impegnato nuovamente in varie mostre: un'Antologica a Palermo, a lui dedicata dalla Provincia Regionale Sicilia, un'Antologica Opere storiche – Nuovi percorsi nel Palazzo della Ragione a Bergamo, sua città di residenza ormai da parecchi decenni, mentre nel dicembre 2004 ha esposto nella suggestiva città di Praga con proseguimento delle stesse opere a Cracovia, esposte nel marzo 2005 presso l'Istituto Italiano di Cultura.
L'incessante attività del pittore continua con una mostra a Mantova presso la Galleria B&B Arte, un'esposizione presso il Museo Bellini di Sarnico dedicata alla religiosità nella pittura per proseguire nel 2006 con l'esposizione a Villa Manzoni di Lecco, la prima fra le varie mostre dedicata ai suoi novant'anni.
Nel proseguimento dei festeggiamenti di questo traguardo, In cammino – per i 90 anni di Trento Longaretti, è il titolo della mostra antologica che è stata allestita presso il Museo di Castel Sant'Angelo a Roma e con un'altra antologica presso il Museo Basilica di Clusone con il suggestivo titolo Lo sguardo della saggezza e ancora a Bergamo, a Treviglio e a Solothurn per concludersi a dicembre con un'esposizione antologica di disegni al Chiostro di S. Francesco a Bergamo.
Prosegue nel 2007 con un'interessante mostra di "inediti" a Maccagno. In occasione del Giubileo a Ficarra (Me) è invitato ad esporre opere inerenti al tema Magnificat; una successiva mostra a Follonica e alla Promotrice di Torino concludono un nuovo proficuo anno di esposizioni. Nel 2008 presso il Palazzo del Credito Bergamasco di Bergamo è ospitata una mostra di acquerelli e a Milano presso la Fondazione Mazzotta una personale di opere ad olio.
Il 2009 vede una sua mostra presso l'Istituto Italiano di Cutura a New York, città in cui torna a esporre dopo ben 41 anni, mentre presso il Credito Bergamasco a Bergamo viene inaugurata un mostra di nature morte. Si conclude l'anno con una personale presso la Galleria Bonelli Arte a Canneto S/Oglio.
Il 2010 vede l'inizio con un'importante collettiva a Venezia, itinerante a Bergamo, sul tema dell'ebraismo dal titolo L'altra memoria, proseguendo con un'antologica presso l'Esedra di Levante di Villa Manin a Passariano di Codroipo dove sono state esposte circa ottanta opere dal 1931 al 2010. L'anno si conclude con una mostra organizzata presso il Museo di Cultura e Arte Sacra di Romano di Lombardia dal titolo Longaretti – L'opera sacra.
Il 25 maggio 2011 è stata inaugurata, presso l'Associazione “Crocevia” di Milano, una mostra sullo stesso tema del sacro, denominata Trento Longaretti – Opere sacre.
Importante è la partecipazione dell'artista alla 54a Biennale di Venezia.
Nel 2012 l'artista espone a Roma presso la Biblioteca Angelica con una mostra dal titolo Trento Longaretti verso i cento, mentre nel 2013 è stata realizzata un'esposizione di opere di piccolo formato presso la Galleria B&B di Mantova intitolata Trento Longaretti – Fantasie in piccolo formato.

PER APPROFONDIRE:
Catalogo dell'Arte Moderna – Gli artisti dal primo novecento a oggi, n°49, Editoriale Giorgio Mondadori, pp. 280–281.
 
Alcune Opere
immagine immagine immagine immagine immagine
Opere varie (pagina 1)
Opere varie (pagina 2)
Opere "Recenti"
 
Premi
Gli vengono assegnati i premi "Miljus" e "Stanga" a Brera.
 
Bibliografia
Si riportano alcuni dei testi dedicati all'artista:
  • Giorgio Kaisserlian, Longaretti, Edizioni San Fedele, Milano, 1958
  • Severino Bellotti, Trento Longaretti nell'arte sacra, Signorelli, Treviglio, 1965
  • Carlo Pirovano, Longaretti - Mostra antologica, Città di Treviglio, Treviglio, 1966
  • Carlo Pirovano, Longaretti disegni, Elli e Pagani, Milano, 1966
  • Antonio Boschetto, Longaretti - 16 litografie, Foglio, Macerata, 1968
  • Alberico Sala, Longaretti - 23 acquarelli, Bignami, Milano, 1971
  • Carlo Pirovano, Longaretti, Electa, Milano, 1972
  • Giorgio Mascherpa, Longaretti - Acqueforti, Grafica e Arte, Bergamo, 1976
  • Gian Alberto Dell'Acqua, Longaretti - Cinquant'anni di pittura, Grafica e Arte, Bergamo, 1980
  • Alberico Sala, Trento Longaretti, Cara Bergamo, Grafica e Arte, Bergamo, 1980
  • Alberico Sala, Trento Longaretti, Nido di ghiaia, Ferrari, Treviglio, 1980
  • Giorgio Mascherpa, Longaretti - Disegni, Edizioni San Fedele, Milano, 1982
  • Alberico Sala, Trento Longaretti, Bergamo, le mura, il vento, Grafica e Arte, Bergamo, 1984
  • Silvana Milesi, Longaretti, Corponove, Bergamo, 1985
  • Bruno Galvani, Longaretti poeta del colore, Rotary Club, Treviglio, 1986
  • Alberico Sala, Longaretti, 100 disegni, Consonni, collana "Ponte Rosso", Milano, 1988
  • Kurt Schaer, Vittorio Sgarbi, Longaretti, Galerie zur Krone, Batterkinden, 1989
  • Floriano De Santi, Longaretti - Paesaggi e nature morte, Mazzotta, Milano, 1992
  • Floriano De Santi, "Il sacro nella vita di un artista", Ed. Museo del Duomo di Milano, 1993
  • Mauro Corradini, "Tra realtà e Visione", Ed. Comune di Calcio, 1995
  • Gianfranco Ravasi, "L'arte e il mistero cristiano", Ed. Collezione Civica d'arte, Pinerolo, 1995
  • Alberto Veca, "Excursus - Longaretti da Brera alla Carrara", Lorenzelli, Bergamo, 1996
  • Bonelli Giovanni, "Trento Longaretti" Ed. B&B Arte, Mantova, 1996.
Mostre
Ha allestito sue mostre a New York, Londra, Parigi, Amsterdam, Buenos Aires, Toronto, Ottawa, Hamilton, Stoccolma e Monaco; dieci "personali" in Svizzera, oltre a numerose mostre in Italia, dove la sua formazione artistica si venne concretizzando nel clima di "Corrente". Sue opere si trovano in Vaticano, nel Duomo di Milano, in Sant'Ambrogio (Milano), nel Duomo di Novara, in molte chiese da Calgary a Damasco. Suoi dipinti sono nel Museo d'Arte Moderna di Basilea, nei Musei Vaticani, nella Galleria Ricci-Oddi di Piacenza, nella Pinacoteca Carrara di Bergamo, nella Civica Galleria di Gallarate, nella Galleria d'Arte Moderna di Milano, nella Raccolta della Permanente a Milano, nella Galleria di Hamilton e in numerose altre raccolte pubbliche e private.
Ha partecipato a:
  • Biennale di Venezia negli anni 1942, 1948, 1950 e 1956
  • "Premio Bergamo" del 1939, 1940 e 1959
  • "Premio del Fiorino" del 1966 e 1969
  • Quadriennale di Roma del 1952
  • numerose mostre d'arte italiana all'estero
Fra le mostre antologiche d'iniziativa pubblica a lui dedicate nell'ultimo ventennio, vanno segnalate quelle allestite al "Palazzo dei Diamanti" di Ferrara, nel "Palazzo della Ragione" a Bergamo, nel "Castello Sforzesco" di Vigevano, alla "Permanente" di Milano. Antologiche di disegni e grafiche sono state realizzate al "Centro San Fedele" di Milano, a Piacenza ed a Bergamo. Dal 1958 al 1992 gli sono stati dedicati tredici studi monografici. Fra le più recenti "personali" di particolare interesse la mostra "Longaretti - Brera anni Quaranta" a Bergamo, e la mostra ordinata alla Galleria Ponte Rosso di Milano sotto il titolo "Due Maestri di due generazioni: Aldo Carpi e Trento Longaretti". Nel 1992 è stata allestita nella Sala dei Giuristi del Palazzo della Regione di Bergamo una mostra "Paesaggi e nature morte". Nel 1993 nel Museo del Duomo di Milano si &egra; tenuta una mostra di disegni e dipinti sul tema "Il Sacro nella vita di un artista". Nel 1995 sono state realizzate le mostre antologiche: "Tra realtà e visione", Palazzo Comunale di Calcio (Bergamo) e "L'arte e il mistero cristiano", Collezione Civica di Pinerolo. Nel 1996 si è tenuta a Bergamo la grande mostra: "Excursus. Longaretti da Brera alla Carrara", Galleria Lorenzelli. Altre recenti personali (1996) sono state presentate a Vienna, Galerie Prisma e a Mantova, Galleria B&B; 1999 Casa del Mantegna, Mantova - ONU Palazzo Nazioni Unite "Longaretti, la poesia e la speranza".
 
Promozioni e CD
È in corso una promozione eccezionale su alcune opere.
Inoltre è possibile acquistare un CD di tutte le opere dell'artista.
indietro