Artisti » Francesco Savinelli » Testi e Pubblicazioni
 
indietro
Francesco Savinelli
Testo Critico
Magia del segno - del colore - della materia Orietta Pinessi
 

Francesco Savinelli opera sullo spostamento progressivo delle componenti stilistiche, sull'uso indifferente di più tecniche; pratica una pittura che tende a portare alla percezione visiva tutti i dati sensibili, anche quelli più interni, per cui il quadro diviene punto di incontro e di espansione di motivi culturali ed elementi sensibili ed appare attraversato da "temperature" differenti: caldo e freddo, lirico e razionale, denso e rarefatto; l'opera si offre allora in due "ruoli" quale immagine di superficie e quale densità ambientale, ambedue animate tanto dalla separazione quanto dal contatto aggressivo.

Il tutto si traduce, naturalmente, in termini di colore-luce, segno, materia, perché di pittura si tratta, pittura senza mediazioni, incertezze o ripensamenti e già in questo oggi va identificato una scelta precisa e nient'affatto gratuita, un atto appassionato di aderenza ad un linguaggio che a più riprese nel corso del nostro secolo è stato dichiarato assolutamente superato.

Certo per chi osserva un dipinto di Savinelli, l'occhio viene immediatamente aggredito ed attirato dal colore: a colori pensa e a colori vive, questo è sicuro. Non sempre entrando nello studio di un pittore si ha così netta la sensazione di essere di fronte ad uno che non solo del colore è profondamente innamorato, ma che, dal colore è, soprattutto, sensualmente attratto.

Immediatamente si percepisce il piacere della manualità e della tattilità degli impasti e della materia insieme con la razionalità compositiva che regge ogni sua opera.

indietro